Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana M. Aleandri

Webinar “I controlli basati sul rischio e i regolamenti comunitari 2016/429 e 2017/625” – 31 maggio – La presentazione

Nell’ambito del ciclo di webinar della serie “Focus sulla conoscenza”, il 31 maggio  si è tenuto l’incontro

“I controlli basati sul rischio e i regolamenti comunitari 2016/429 e 2017/625”

relatore il  Dott. Romano Zilli, veterinario dell’Ufficio di Staff Ricerca e Innovazione  dell’IZS Lazio e Toscana.

Presentazione

 

In sintesi:
 i contenuti principali  dei due Regolamenti, il 2016/429 focalizzato sulle malattie animali trasmissibili  e il 2017/625 relativo ai controlli ufficiali e alle altre attività ufficiali,  saranno inquadrati sotto il profilo dei controlli basati sul rischio.

Le autorità competenti dovranno  effettuare controlli ufficiali a intervalli regolari, sulla base del rischio e con frequenza adeguata, in tutti i settori e in merito a tutti gli operatori, le attività, gli animali e le merci, disciplinati dalla legislazione in materia di filiera agroalimentare dell’Unione (Reg. 2017/625).
Gli operatori assicurano che gli stabilimenti sotto la loro responsabilità ricevano visite di sanità animale condotte da un veterinario, ove opportuno, in ragione dei rischi rappresentati dallo stabilimento in questione. Tali visite avranno luogo ad intervalli proporzionati ai rischi rappresentati dallo stabilimento interessato (Reg. 2016/429).

 

Modalità di iscrizione: tramite il Portale della Formazione dell’IZS Lazio e Toscana   entro il 30 maggio

Segreteria organizzativa: Dott.ssa Miriam Colantonio, miriam.colantonio@izslt.it, tel 06.7099309

 

Ciclo seminari Focus sulla conoscenza I semestre

L’iniziativa nasce come un momento di incontro e confronto su temi e argomenti di attualità prevalentemente nelle aree della sicurezza alimentare, della sanità e benessere animale, della diagnostica di laboratorio e di eventuali altri ambiti vicini.

Gli incontri sono aperti al personale esterno e interno all’IZS Lazio e Toscana appartenenti a tutte le figure professionali interessate.



Whatsapp Share