Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana M. Aleandri

Domande frequenti

Sanità Animale

  • Mi è morto il cane, come posso fare per sottoporlo ad esame autoptico?


    Deve farsi redigere una richiesta medico-veterinaria da un veterinario libero professionista o da un veterinario del servizio pubblico della ASL nella quale deve essere specificato: richiesta esame anatomopatologico per la determinazione delle cause di morte; dati anagrafici del proprietario (compreso il codice fiscale); dati identificativi dell’animale (sesso, razza, ecc.); anamnesi; data della morte; eventuale sospetto clinico. Il pagamento può essere effettuato tramite le modalità esplicate nella pagina dedicata “tariffario e pagamenti“. Si ricorda che qualora trattasi di animale deceduto  per sospetto avvelenamento (ordinanza 18 dicembre 2008 e successive modifiche) o esca sospetta, l’esame anatomopatologico/ispettivo e le relative indagini tossicologiche saranno effettuate a titolo gratuito, a patto che pervenga accompagnato dalla documentazione idonea (PORTALE NAZIONALE DEGLI AVVELENAMENTI DOLOSI DEGLI ANIMALI)


  • Devo andare all’estero con il mio cane/gatto, ci sono esami che devo fare?


    Le condizioni di trasporto degli animali d’affezione variano in base al paese di destinazione. Dal 29 dicembre 2014 è entrata in vigore la nuova normativa dell’Unione europea per la movimentazione dei cani e gatti tra paesi membri e/o paesi terzi. (Regolamento UE 576/2013 e Regolamento UE 577 2013). L’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana esegue gli esami richiesti per la movimentazione degli animali d’affezione  ed è uno dei tre laboratori accreditati sul territorio nazionale all’esecuzione della titolazione degli anticorpi nei confronti della Rabbia. ( pagina dedicata al Servizio)  Si raccomanda di contattare le specifiche ambasciate di riferimento per il paese destinatario e di verificare quindi le prove e le tecniche da richiedere per il trasporto degli animali. Per ulteriori informazioni invitiamo a visitare la pagina del Ministero della salute alla voce “Viaggiare con gli animali



 

Amministrazione

  • Quali sono i dati necessari per l’emissione della fattura?


    Sono necessari i dati anagrafici relativi a:
    Nome e cognome
    Luogo di residenza
    Codice fiscale o Partita Iva
    E’ quindi necessario che sulla richiesta veterinaria sia sempre riportato il codice fiscale del proprietario dell’animale, qualora risulti il destinatario della fattura.


Varie

  • l’Istituto è accreditato secondo norma UNI CEI ISO IEC 17025 ?


    Si, l’Istituto è accreditato. Essere accreditati significa adottare la politica del miglioramento continuo della qualità, ciò significa che i risultati dei test di laboratorio eseguiti dall’Istituto seguono standard internazionali ed i risultati hanno validità in tutto il mondo. Vai alla pagina dedicata della Qualità