Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana M. Aleandri

Gli avvelenamenti

 

Il fenomeno degli avvelenamenti dolosi degli animali è costantemente aumentato, interessando principalmente gli animali domestici d’affezione. La presenza di veleni o di sostanze tossiche abbandonate puo’ diffondersi nell’ambiente , inquinando il terreno e le acque superficiali, rappresentando inoltre un serio rischio per la popolazione umana, in particolare per i bambini e per le specie animali selvatiche. Nel 2008, al fine di contrastare il fenomeno della diffusione di bocconi o esche avvelenate su tutto il territorio nazionale con conseguente decesso di animali e rischio per la popolazione umana e l’ambiente, è stata emanata l’Ordinanza Ministeriale 18 dicembre 2008 “Norme sul divieto di utilizzo e di detenzione di esche o di bocconi avvelenati” a cui sono seguite diverse proroghe.

L’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e  della Toscana M.Aleandri svolge diverse azioni per la gestione dei casi di sospetto avvelenamento relativamente ai territori di sua competenza

 

  • esegue le autopsie degli animali morti per sospetto avvelenamento;
  • effettua esami ispettivi sulle esche e reperti ambientali
  • conferma o esclude,presso il laboratorio chimico della Sezione di Firenze, tramite analisi chimiche la presenza di sostanze tossiche in  sospette  esche avvelenate e/o in materiali biologici di animali
  •  fornisce supporto tecnico scientifico alle indagini delle autorità di Polizia Giudiziaria della Magistratura

 

 

 


 

Il Sistema  prevede la completa gestione informatizzata dei casi di avvelenamento a partire dalla denuncia del sospetto sino alla diagnosi definitiva; l’invio dei documenti previsti dalla normativa in vigore avviene cosi ‘attraverso il  portale interattivo dedicato:

 

 

Link utili

Articoli  sul tema “Avvelenamenti” pubblicati sul sito

Centro di referenza nazionale per la Medicina forense

Ministero della Salute: cani, gatti e..