Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana M. Aleandri
Ministero della Salute

Seminario di Scienza e Tecnologia della Sicurezza Alimentare Cina – Italia

In occasione della giornata mondiale sulla Sicurezza alimentare  si è tenuto il seminario di Scienza e Tecnologia della Sicurezza Alimentare Cina-Italia,  promosso congiuntamente dal  Ministero della Scienza e della Tecnologia cinese, dall’Ambasciata d’Italia in Cina e dal  Ministero della Salute italiano;  sono intervenuti il Vice Ministro della Scienza e della Tecnologia cinese Zhang Guangjun, il Sottosegretario alla Salute Andrea Costa e l’Ambasciatore d’Italia in Cina Luca Ferrari.

Durante il seminario è stato sottolineato come la  sicurezza alimentare sia  una questione  vitale per la sopravvivenza e lo sviluppo dell’umanità , il valore  di una sempre maggiore collaborazione interdisciplinare tra i paesi per il raggiungimento degli obiettivi di salute globale dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite e di come la scienza, la tecnologia e l’innovazione siano elementi fondamentali  per affrontare tale sfida.

L’ evento, oltre ad aver  rappresentato così un importante occasione di incontro  per esperti e studiosi di Università  e Istituti di Ricerca della Cina e dell’Italia, ha promosso l’ obiettivo  di  favorire un continuo confronto, anche attraverso una piattaforma comune per gli scambi e la cooperazione tra esperti nel campo della Sicurezza alimentare , per una sempre e maggiore proficua collaborazione tra i paesi.

Forte l’interesse suscitato dalle diverse relazioni presentate da esperti del settore, tra i quali anche professionisti dell’ IZSLT

Per approfondimenti:

https://en.most.gov.cn/pressroom/202206/t20220627_181310.htm

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Rabbia: misure di controllo per animali d’affezione provenienti dall’Ucraina

A seguito delle disposizioni eccezionali per l’ingresso nell’ Unione Europea di animali d’affezione di proprietà dei cittadini provenienti dall’ Ucraina (nota prot. n. 5252 del 28/02/2022), la Direzione generale della sanità animale e dei farmaci veterinari (DGSAF) del Ministero della Salute, sentito il parere del Centro di referenza nazionale per la rabbia dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie,  ha predisposto una serie di misure al fine  di regolarizzare i pets introdotti e prevenire eventuali rischi per la salute delle persone e degli animali.

 

Le raccomandazioni  per impedire l’introduzione della Rabbia in Italia e le diverse procedure che i proprietari di animali provenienti dall’Ucraina devono seguire in merito a microchip, vaccinazione, titolazione anticorpale e periodo di osservazione, sono state riassunte in un opuscolo divulgativo, disponibile anche in lingua inglese e ucraina.

 

Per approfondire:

https://www.izsvenezie.it/rabbia-misure-prevenzione-controllo-animali-da-ucraina/

 

Gli opuscoli: 

Opuscolo in italiano

Opuscolo in inglese

Opuscolo in ucraino

Decreto legislativo 2 febbraio 2021, n. 24: istituiti i “POSTI DI CONTROLLO FRONTALIERI”

 

Il decreto legislativo 2 febbraio 2021, n. 24,  “Adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del regolamento (UE) 2017/625 in materia di controlli sanitari ufficiali sugli animali e sulle merci che entrano nell’Unione e istituzione dei posti di controllo frontalieri del Ministero della salute”, è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 55 del 05.03.2021,ed entrerà in vigore il 20 marzo 2021.

Rientra nei 4 decreti attuativi del regolamento 625/17 sui controlli ufficiali nel settore alimentare insieme ai seguenti:

 

 

 

Decreto Legislativo 2 Febbraio 32/2021

Decreto Legislativo 2 Febbraio 27/2021 

Decreto Legislativo 2 Febbraio 23/2021

Il Regolamento UE n. 625 del 15 marzo 2017  ha previsto un nuovo assetto il cui obiettivo, attraverso un processo di armonizzazione del quadro normativo, è la semplificazione dei controlli ufficiali nel settore dell’importazione di animali e merci nell’UE provenienti da Paesi terzi.

Dal 20 marzo 2021 ai Posti d’Ispezione Frontalieri (PIF), che acquisiscono la denominazione di Posti di Controllo Frontalieri (PCF), assumeranno anche alcune attività finora in carico agli Uffici di Sanità Marittima Aerea e di Frontiera (USMAF)

Queste le competenze:

  • controlli su alimenti non di origine animale e dei materiali ed oggetti destinati a venire a contatto con gli alimenti (MOCA);
  • controlli previsti dal regolamento (UE) 2017/625 riguardanti gli animali, gli alimenti di origine animale, i mangimi, i sottoprodotti di origine animale e prodotti derivati, per verificarne la conformità alla normativa dell’Unione europea.

Si tratta di un importante cambiamento.

La loro direzione è  affidata a medici veterinari del Ministero della salute con qualifica dirigenziale.

 

 

Fonte

Ministero della salute

Convegno “La Peste suina africana: l’importanza di una sorveglianza integrata”

 

Il 23 gennaio nell’auditorium “Biagio D’Alba” del Ministero della Salute, si è svolto il convegno dal titolo “La peste suina africana: l’importanza di una sorveglianza integrata”. L’evento è stato organizzato dal Ministero della Salute in collaborazione con l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Umbria e Marche, sede del Centro di Referenza Nazionale per le pesti suine.
La giornata è stata caratterizzata dagli interventi di relatori di alto profilo, sia a livello nazionale che internazionale e dalla presenza di alte istituzioni, quali la Commissione Europea e l’Organizzazione mondiale della Sanità Animale (OIE), che hanno illustrato e fornito informazioni su aspetti epidemiologici, gestionali e sulla malattia e relativa diffusione
( fonte: news sugli esiti dell’evento: la Peste suina africana: l’importanza di una sorveglianza integrata)

Si riporta inoltre il link dal quale è possibile scaricare le presentazioni del convegno

 

Coronavirus: decalogo comportamentale (Ministero della Salute e Istituto Superiore di Sanità)

              Dieci punti, dalle indicazioni su come lavarsi le mani o pulire le superfici
alle   principali fake news puntualmente smentite, per curare l’“infodemia”
legata al Sars-Cov-2 i

1. Lavati spesso le mani

2. Evita il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute

3. Non toccarti occhi, naso e bocca con le mani

4. Copri bocca e naso se starnutisci o tossisci

5. Non prendere farmaci antivirali né antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico

6. Pulisci le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol

7. Usa la mascherina solo se sospetti di essere malato o assisti persone malate

8. I prodotti Made in China e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi

9. Contatta il Numero Verde 1500 se hai febbre o tosse e sei tornato dalla Cina da meno di 14 giorni

10. Gli animali da compagnia non diffondono il nuovo coronavirus

 

   Scarica: Poster Coronavirus    Pieghevole Coronavirus

Campagna a cura del Ministero della Salute e dell’Istituto Superiore di Sanità