Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana M. Aleandri

Focolaio di salmonellosi collegato al consumo di prodotti a base di sesamo (EFSA)

A partire dal gennaio 2019 in Danimarca, Germania, Paesi Bassi, Norvegia e Svezia circa  121 persone sono state colpite da salmonellosi,  a seguito del consumo di prodotti a base di sesamo come tahini e halva importati dalla Siria.

Diversi sono i tipi di Salmonella collegati all’epidemia:  S. Mbandaka, S. Havana, S. Orion, S. Amsterdam, S. Senftenberg e S. Kintambo.

I prodotti alimentari erano sigillati e pronti al consumo, il che suggerisce che la contaminazione sia avvenuta prima del loro arrivo sul mercato europeo.

Misure di controllo sui lotti interessati sono state messe in atto sin dall’agosto 2020. Tuttavia alcuni casi sono stati segnalati ancora nel settembre 2021. Ciò potrebbe essere dovuto al fatto che i prodotti erano a lunga scadenza e sono stati conservati in case private.

Gli scienziati dell’EFSA e dell’ECDC hanno concluso che sussiste tuttora nell’UE/SEE il rischio di nuove infezioni da Salmonella legate a questi prodotti.

Multi-country outbreak of multiple Salmonella enterica serotypes linked to imported sesame-based products



Whatsapp Share