Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana M. Aleandri

WOAH: nuovo rapporto sull’uso degli antimicrobici negli animali

L’ antibioticoresistenza continua a rappresentare uno dei temi di salute pubblica maggiormente  di rilievo a livello mondiale.

La resistenza agli antimicrobici rappresenta infatti  una grave minaccia per l’uomo, gli animali, l’ambiente.

Da tempo gli esperti hanno avvertito e sollecitato di accelerare le azioni contro questo fenomeno che rappresenta ormai una delle cause principali di mortalità nell’uomo, incoraggiando un approccio globale per frenare l’emergenza e promuovendo  il ricorso ad un uso prudente degli antimicrobici.

Per il monitoraggio  e la comprensione  del  rischio  è indispensabile analizzare l’andamento delle tendenze: dal 2015  WOAH ha avviato una raccolta dati che coinvolge sempre con maggiore impegno ed efficacia  i membri dell’Organizzazione:

nel periodo compreso tra il 2016 e il 2018 l’uso di antimicrobici negli animali di tutto il mondo ha dimostrato una diminuzione pari al 27%.

“Siamo sulla strada giusta nel settore animale: ora dobbiamo cogliere questo slancio e continuare a utilizzare gli antimicrobici in modo prudente se vogliamo preservarne l’efficacia per le generazioni future “

La dichiarazione della Dott.ssa Monique Eloit, Direttore Generale dell’Organizzazione Mondiale per la Salute Animale

 

Fonte: comunicato stampa WOAH

Sesta relazione annuale sugli agenti antimicrobici destinati all’uso negli animali



Whatsapp Share