Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana M. Aleandri
peste suina africana

Peste suina africana: aggiornamenti. Focus su Lazio e Toscana – Webinar 27 gennaio

Titolo: Peste suina africana: aggiornamenti. Focus su Lazio e Toscana
(Programma preliminare) 

Data: webinar 27 gennaio 2022, ore 09.00
Organizzatore: Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana, in collaborazione con Regioni Lazio e Toscana
Destinatari: medici veterinari, biologi e tecnici della prevenzione delle ASL del Lazio e della Toscana,  dell’IZS Lazio e Toscana e liberi professionisti.
Partecipazione: la partecipazione è gratuita.  Iscrizione tramite Portale della formazione http://formazione.izslt.it/.

L’incontro nasce dall’esigenza di aggiornamento degli operatori del SSN circa l’andamento dell’infezione da PSA, segnalata in Italia dal 7 gennaio 2022 dopo decenni, con particolare riferimento ai territori di interesse. L’occasione rappresenta anche un momento di confronto tra i colleghi delle due regioni e delle diverse ASL, soprattutto in riferimento all’applicazione delle disposizioni vigenti e in itinere.

Peste suina africana in Italia

Segui gli aggiornamenti nel sito dell’ IZS Umbria e Marche  e del relativo  Centro di referenza nazionale per lo studio delle malattie da Pestivirus e da Asfivirus – IZS Umbria e Marche

Ordinanza congiunta dei Ministri della Salute e delle Politiche Agricole per contrastare la diffusione di Peste Suina Africana nel Nord Italia.
nella zona infetta- vieta l’attività venatoria, salvo la caccia selettiva,  le attività sportive e ludiche, dalla pesca al mountain bike. Divieti in vigore per sei mesi. IL TESTO

Approfondimenti
Manuale delle emergenze da Peste Suina Africana in popolazioni di suini selvatici
OIE
EFSA

 

Materiale divulgativo –  Ministero della Salute

Peste suina africana (PSA) – Le vie di contagio

Area: Sanità animale

Data: 18 settembre 2020

Peste suina africana: focus sulla situazione mondiale (fonte OIE)

Questo rapporto   presenta una panoramica storica sulla situazione della peste suina africana (PSA) nel periodo 2016-2020 a livello globale.

Si basa sulle segnalazioni all’OIE dei Paesi membri 2016 al 2020 (fino al 18 giugno).
Un incremento significativo di focolai è stato registrato dal 2016.

La malattia è presente in Africa, Europa e Asia regione. In questo periodo, il 30% (60/201) dei paesi e territori segnalanti ha riportato la malattia (Figura 1).

 

Europa. Molti paesi hanno segnalato i primi casi della malattia dal 2016. La Moldova nel settembre 2016, quindi la Repubblica ceca nel giugno 2017, seguita dalla Romania nel luglio 2017, dall’Ungheria nell’aprile 2018, dalla Bulgaria nell’agosto 2018, e quindi dal Belgio nel settembre 2018:
La Slovacchia ha reso noto la prima occorrenza della malattia nel luglio 2019 e, più recentemente, la Serbia nel gennaio 2020 e la Grecia nel febbraio 2020.

 

Asia e Pacifico. La Repubblica popolare cinese ha notificato la presenza della malattia per la prima volta nell’agosto 2018, la Mongolia nel gennaio 2019, poi il Vietnam nel febbraio 2019, Cambogia a marzo 2019, Hong Kong (SAR-RPC) a maggio 2019, Corea (Rep. popolare democratica) a maggio 2019, Laos a giugno 2019, Myanmar ad agosto 2019, Filippine a luglio 2019, Corea (Rep. di) a settembre 2019, Timor Est a settembre 2019, Indonesia a novembre 2019 e, più recentemente, Papua Nuova Guinea a marzo 2020 e India a maggio 2020.
Viene illustrata la distribuzione della malattia dal 2016 nella Figura 1.

La malattia è endemica nella maggior parte dei paesi dell’Africa sud-sahariana.

I Paesi africani riportano i focolai solo nei suini, l’Asia prevalentemente nei suini e l’Europa per la maggior parte dei casi nei cinghiali

 

Prevenzione dell’Influenza Aviaria e della Peste Suina Africana – 26 ottobre, Borgo Faiti (LT)

– Data: 26 ottobre 2021;
– Sede: Foro Appio, Borgo Faiti (LT);
– Destinatari: personale coinvolto nelle attività venatorie  delle provincie di Latina e Frosione.
Programma

Nell’ambito del progetto finalizzato dalla prevenzione e contenimento dell’influenza aviaria, per il quale con  Decreto 14 marzo 2018 del Ministero della Salute  è stato istitutito un Fondo per l’emergenza avicola, l’IZS Lazio e Toscana, dietro mandato della Regione Lazio e in collaborazione con la ASL di Latina, organizza l’evento “Prevenzione dell’Influenza Aviaria e della Peste Suina Africana”, nell’ambito del quale sarà trattata anche la Peste suina africana, visti i  focolai anche recenti verificatisi in Europa, soprattutto nei cinghiali.

L’attualità della iniziativa è data anche dal recente focolaio  provocato dal ceppo patogeno H1N1 di influenza aviaria in un allevamento di tacchini in Veneto.