Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana M. Aleandri
Drive in

Sorveglianza sulle modalità di trasmissione di Sars-Cov2 nella Regione Lazio

L’indagine, del tipo studio caso-controllo, è stata effettuata su un campione di persone che si sono sottoposte a test molecolare in tre Drive in del Comune di Roma (Santa Maria della Pietà – ASL ROMA 1; Palmiro Togliatti – ASL ROMA 2; Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana – ASL ROMA 2).

L’obiettivo è stato quello di identificare le principali modalità di trasmissione del virus Sars-Cov2 e monitorarne i cambiamenti nel tempo attraverso l’utilizzo di un questionario sui comportamenti individuali.

Ciò al fine di acquisire informazioni utili per orientare le decisioni future che dovranno essere prese tenendo conto delle caratteristiche della popolazione, dei rischi associati ai comportamenti adottati e delle evidenze di efficaci degli interventi di prevenzione proposti.

Vai al report completo https://www.deplazio.net/it/vai-alla-pagina-delle-news/419-2021-08-07-07-43-12

SARS-CoV-2: attività diagnostica dell’ IZSLT a supporto alla rete Coronet della regione Lazio al 30 giugno 2021

Report aggiornamento 30_06_2021 (1)

Questo documento rappresenta e descrive le attività condotte dal marzo 2020 al 30 giugno 2021 dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana nell’ambito della rete CORONET regionale del Lazio, istituita per assicurare il necessario supporto diagnostico in risposta alla pandemia di COVID-19 sostenuta dal virus SARS-CoV-2.

A partire dal 30 marzo 2020 l’attività di supporto alla rete regionale è progressivamente divenuta parte integrante dell’organizzazione aziendale dell’Istituto.

Il documento si articola in tre parti:

a) Personale impiegato e attività diagnostica;
b) Attività del Drive;
c) Elementi di valutazione dei trend relativi ai risultati al test molecolare ed al test rapido antigenico.

SARS-CoV-2: attività diagnostica dell’ IZSLT a supporto alla rete Coronet della regione Lazio al 30 maggio 2021

Report 30 marzo –  31 maggio2021

Questo documento rappresenta e descrive le attività condotte dal marzo 2020 al 30 maggio 2021 dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana nell’ambito della rete CORONET regionale del Lazio, istituita per assicurare il necessario supporto diagnostico in risposta alla pandemia di COVID-19 sostenuta dal virus SARS-CoV-2.

A partire dal 30 marzo 2020 l’attività di supporto alla rete regionale è progressivamente divenuta parte integrante dell’organizzazione aziendale dell’Istituto.

Il documento si articola in tre parti:

a) Personale impiegato e attività diagnostica;
b) Attività del Drive;
c) Elementi di valutazione dei trend relativi ai risultati al test molecolare ed al test rapido antigenico.

SARS-CoV-2: attività diagnostica dell’ IZSLT a supporto alla rete Coronet della regione Lazio al 31 gennaio

Report COVID-IZSLT_20 marzo 2020- 31 gennaio 2021 _

Questo Report rappresenta e descrive le attività condotte  dal marzo 2020 al gennaio 2021 dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana nell’ambito della rete CORONET regionale del Lazio, istituita per assicurare il necessario supporto diagnostico in risposta alla pandemia di COVID-19 sostenuta dal virus SARS-CoV-2.

A partire dal 30 marzo 2020 l’attività di supporto alla rete regionale è progressivamente divenuta parte integrante dell’organizzazione aziendale dell’Istituto e si è sviluppata in 2 fasi successive:

 

Fase 1 –  30 marzo al 17 agosto:  Attività di diagnostica molecolare di laboratorio su tamponi rino-faringei inviati da altre strutture del Sistema Sanitario Regionale effettuati dall’ UOC (Unità Operativa Complessa)  di Virologia dell’IZSLT

Fase 2. 17 agosto a tutt’oggi: attivazione del DRIVE IN, attività di diagnostica molecolare e gestione test Antigenici (Test Rapidi).
Prosegue l’attività di diagnostica molecolare.

Drive In sotto le stelle in IZS: dai ragazzi Istituto alberghiero e chef stellati, l’iniziativa per ringraziare gli operatori dei Drive-In da mesi impegnati contro il COVID-19

L’Istituto Professionale di Stato per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera “Tor Carbone” di Roma, promuove l’iniziativa “DRIVE IN SOTTO LE STELLE”, concepita per offrire un segno tangibile di sostegno e di ringraziamento verso quanti, a vario titolo, operano presso i Drive-In della rete regionale del Sistema sanitario del Lazio.

Gli “STAR BOX”, cioè le scatole contenenti le golosità cucinate dai ragazzi, verranno consegnati a tutti gli operatori impegnati nei Drive (personale sanitario, referenti drive, Protezione Civile, Esercito Italiano, vigilanza) secondo il seguente calendario: 4 dicembre ore 12: (Asl Roma 1) San Daniele del Friuli, (Asl Roma 2) Palmiro Togliatti, Cecchignola; 11 dicembre ore 12: Istituto Zooprofilattico, Policlinico di Tor Vergata, San Giovanni Addolorata; 18 dicembre ore 12: (Asl Roma 3) Forlanini, Lunga Sosta Fiumicino, (Asl Roma 1) Tor di Quinto.

 

“Una bellissima iniziativa e un gesto tangibile di supporto e ringraziamento per tutti gli operatori dei drive-in che in questi mesi con grande professionalità e sacrificio sono impegnati nella lotta e il contrasto alla pandemia” ha commentato l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

 

“E’ con grande orgoglio – conclude Cristina Tonelli, Dirigente Scolastica dell’IPSEOA TOR CARBONE – che presentiamo questa importante iniziativa, attraverso la quale, la scuola si mette in gioco oltre che come agenzia educativa anche come maestra di solidarietà, formando i propri studenti alla riflessione attiva sui problemi più urgenti della comunità, alla riscoperta dei valori del dono, della gratuità e dell’aiuto verso il prossimo, nonché ad un cammino di crescita in cui tutti diventano protagonisti attivi del “bene comune”.

 

 Drive In sotto le stelle  in Istituto: venerdì 11 dicembre  sono stati consegnati   gli “STAR BOX”  con gli snack realizzati dagli studenti della  IPSEOA TOR CARBONE,  preparati  sulle ricette creative dei quattro chef stellati  Cristina Bowerman, Iside De Cesare, Roy Caceres e Giuseppe Di Iorio.  Il progetto, patrocinato dalla Regione Lazio, Assessorato alla Sanità, è stato ideato per offrire un supporto solidale ai lavoratori del settore sanitario in prima linea nella lotta al virus.