Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana M. Aleandri
covid-19

Drive-in IZS Lazio e Toscana: in prima linea da agosto. Oggi ancora più organizzata. Fianco a fianco, in campo per i cittadini, le Misericordia con l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale

L’arrivo delle Misericordie al drive-in dell’Istituto Zooprofilattico sperimentale del Lazio e della Toscana, in Via di Ciampino, è un importante supporto operativo alla macchina organizzativa messa in piedi dalla Direzione dell’Ente e perfettamente collaudata dallo straordinario lavoro di tutti i dipendenti.

“Arriviamo – afferma Elisabetta Cortani, coordinatrice della Misericordia Fiumicino – per supportare il grande lavoro dei dipendenti dell’Izslt rispetto all’afflusso di macchine organizzate su più file, sempre contenute tutte all’interno della struttura, senza intralcio per la viabilità ordinaria”.

L’Istituto Zooprofilattico è un drive in della rete regionale dal 17 agosto, la Misericordia sarà di supporto al già riconosciuto impegno di tutto il personale, gestiremo insieme le centinaia di macchine condividendo l’impronta che la direzione dell’Ente ha seguito fin dall’inizio accogliere e dialogare con le persone.
Negli ultimi 15 giorni sono stati fatti una media di 800 tamponi al giorno, dall’inizio si può stimare un totale di 25mila tamponi, con tempi medi di attesa massima di tre ore.

“Abbiamo organizzato il servizio di pre registrazione on line per avere più rapidità nelle fasi di accettazione – chiarisce Ugo Della Marta, direttore generale dello Zooprofilattico, soddisfatto del sostegno in più che riceveranno i cittadini -. Ad oggi il tempo medio di attesa in fila è di circa tre ore. Il nostro team interno lavora 7 giorni su 7 su due turni insieme al personale sanitario Uscar che esegue 80/90 tamponi l’ora, dalle 9.00 del mattino alle 21.

Da inizio emergenza il laboratorio di virologia dell’Istituto lavora senza sosta ed è in grado di garantire tempi di risposta in 48 o 72 ore dei molecolari, compresi i tamponi effettuati in seguito alle positività dei test rapidi.

Come drive in tra i più affollati del territorio del Lazio – prosegue Della Marta – accogliamo l’arrivo della Misericordia di Fiumicino come un importantissimo supporto, utile a fornire un servizio sempre migliore alla collettività. La professionalità degli operatori della Misericordia sarà dunque il valore aggiunto, che si sommerà alla enorme disponibilità e abnegazione di tutto il personale impegnato con Spirito di servizio, spessore professionale e disponibilità”.

Ricordiamo che il drive-in, attivo come abbiamo detto dal 16 agosto 2020, è operativo 7 giorni su 7. Al drive-in dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana, si accede da Via di Ciampino 73, ingresso fonte Acqua Appia, dalle 9 alla chiusura.  Per eventuali informazioni contattare i numeri attivati dall’Istituto: 3427513225 – 3427468841.

La Misericordia di Fiumicino ha al suo attivo anche interventi nel cuore della pandemia, in Lombardia, nel momento più critico della scorsa primavera. Un’esperienza che sarà utilissima in questo nuovo contesto.

Drive in COVID –19: proseguono i test rapidi e i tamponi molecolari all’Istituto Zooprofilattico, tutti i giorni dalle 9.00. Si può accedere al drive-In entro le ore 17.00. L’organizzazione si riserva di anticipare la chiusura dell’ingresso alle ore 15.00 nelle giornate di eccessiva affluenza.

Presso il drive-in dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana proseguono, in collaborazione con l’USCAR Lazio, le attività analitiche per il COVID-19.
 “I numeri dei test drive-in ( test rapidi e   test biomolecolari su tamponi ) per i viaggiatori aumentano, la copertura regionale funziona, anche noi abbiamo dato pronta risposta inseriti nella rete dei laboratori.” Lo dichiara Ugo Della Marta, Direttore Generale dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana, che prosegue “noi, come struttura sanitaria della regione, dall’inizio dell’emergenza abbiamo messo le nostre risorse al servizio del sistema regionale per la salute dei cittadini. Abbiamo risposto disponibili alle esigenze di questa crisi sanitaria consapevoli che avremmo dovuto gestire difficoltà organizzative. Non siamo una struttura preposta all’accoglienza delle persone ma abbiamo laboratori con tecnologia all’avanguardia e personale professionalmente formato. Doveroso prestare il contributo necessario in questo momento al contenimento del virus, accordando totale disponibilità alle decisive procedure che la nostra regione ha messo in campo.”
Il punto drive-in dell’Istituto ha arricchito la rete già operativa nel Lazio di drive-in presso i quali effettuare i test per COVID-19 e potenziare così la vigilanza sanitaria sui rientri in Italia. Il drive-in è operativo 7 giorni su 7.
Al drive-in dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana, si accede da Via di Ciampino 73, ingresso fonte Appia, dalle 9 alla chiusura. Si può accedere al drive-In entro le ore 17.00. L’organizzazione si riserva di anticipare la chiusura dell’ingresso alle ore 15.00 nelle giornate di eccessiva affluenza. L’ingresso è segnalato da un mezzo della Protezione Civile.

COSTI ED ESENZIONI
i tamponi molecolari naso faringeo,  con risposta entro 48/72 ore circa e i test rapidi sono gratuiti per le prescrizioni in esenzione ( 5G1 e  le altre esenzioni). I test rapidi sono obbligatori e gratuiti, presentando la tessera sanitaria,  carta di imbarco (aereo o nave) o altra documentazione di viaggio. per i rientri dai  paesi indicati nelle ordinanze ministeriali. Per avere informazioni complete sulle regole da seguire per rientrare in Italia dai paesi dell’UE e dal resto del mondo vi invitiamo a consultare il sito Viaggiare Sicuri (Ministero Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale).

  • Per i tamponi molecolari a pagamento è applicata la tariffa regionale di € 69,88
  • Per i tamponi rapidi a pagamento è applicata la tariffa regionale di € 13,94

 

Importante: la prescrizione del medico deve essere consegnata cartacea in accoglienza.

In caso di sintomi come febbre tosse, difficoltà respiratorie consultare il proprio medico di base.

 

L’Unità di Crisi COVID-19 della Regione Lazio sta attuando una grande operazione di sanità pubblica per limitare i casi di ritorno e i dati degli Aeroporti assieme al lavoro dei drive-in sono straordinari.
Una grande risposta per garantire la sicurezza del Paese a cui tutte le aziende sanitarie e i laboratori di sanità pubblica stanno partecipando con Spirito di servizio, spessore professionale e disponibilità.
Per ulteriori informazioni: pagina dedicata di Salute Lazio

 

IZSLT: Test sierologici COVID-19 per i privati e per i medici veterinari, con prenotazione online.

Prosegue  il servizio di analisi per l’esecuzione delle prove sierologiche per la valutazione della presenza di anticorpi IgG specifici per SARS-Cov-2. Dopo la conclusione dei test per l’indagine sierologica sul personale sanitario, l’Istituto come laboratorio della rete COROnet Lazio,   ha esteso il servizio ai privati cittadini e ai medici veterinari* (in convenzione FNOVI). Il prelievo, al costo fissato dalla Regione Lazio di 15,23 euro, si può prenotare on line dal link in questa pagina (“entra nel form di prenotazione on line”).  I prelievi si effettuano, solo su prenotazione,   presso la Sede Centrale dell’Istituto, in via Appia Nuova, 1411, il sabato dalle 8.00 alle 12.00.  Gli ingressi in Istituto sono regolamentati nel modo più idoneo ad evitare affollamenti critici, esclusivamente con mascherine e guanti, nel rispetto dei protocolli di distanziamento previsti dalla normativa nazionale e regionale.

 

* L’IZSLT ha partecipato al bando della FNOVI (Federazione Nazionale Ordine Veterinari Italiani)  e si è accreditato come laboratorio di analisi di riferimento per il Lazio.

 

“Entra nel form di prenotazione on line”

SARS-CoV-2 fra gli addetti dei macelli

Fonte: Segreteria Nazionale S.I.Ve.M.P.

Si registrano  persone  contagiate da COVID -19 fra gli operatori di uno dei più grandi stabilimenti per la lavorazione delle carni d’Europa, a Guetersloh, nel Land tedesco del Nord Reno-Vestfalia in Germania e anche negli Stati Uniti (es. Sud Dakota) il fenomeno sta preoccupando le autorità sanitarie,  allarmate anche per le segnalazioni provenienti da altri  Paesi.

“È bene ricordare –  scrive il Dott. A. Grasselli segretario del Sindacato Italiano Veterinari di Medicina Pubblica – in  primo luogo che i focolai che stanno interessando i macelli in Europa e nel mondo, in particolare negli Usa e Brasile, non dipendono dagli animali o dalle carni che vi vengono lavorate”.

Tra i fattori di rischio:

  • l’elevata umidità e il maggior tenore di vapore tipici  degli ambienti di  macellazione o sezionamento  possono aver aumentato la diffusione del virus da un soggetto asintomatico o pauci sintomatico mediante “droplet” ad altri lavoratori che non hanno potuto proteggersi adeguatamente con i DPI (dispositivi di protezione individuale) che la legge italiana Dlgs n. 81/2008 prescrive;
  • l’escursione termica cui sono sottoposti i lavoratori che entrano ed escono dalle celle frigorifere, specialmente quelle di congelamento, che ha un impatto rilevante sulle vie respiratorie;

Nei macelli  e negli stabilimenti di sezionamento e lavorazione delle carni in Italia,  la gestione delle operazioni è ispezionata e certificata da Veterinari Ufficiali del Servizio Sanitario Nazionale che sono costantemente presenti lungo tutti i passaggi della filiera.

 

ECDC. Valutazione del rischio COVID-19, 11 giugno 2020

Il documento dell’ECDC (European Centre for Disease Prevention ancd Control) Risk assessment on COVID-19, 11 June 2020riporta alcuni aspetti dell’attuale situazione dell’epidemia da Covid-19 nell’UE/EEA (Paesi dello Spazio Economico Europeo) e nel Regno Unito rispondendo ad alcune domande:

Qual è il rischio di COVID-19 per la popolazione a partire dal 10 giugno 2020 nell’UE / SEE e nel Regno Unito?

Bassa nelle aree in cui la trasmissione è stata ridotta e / o mantenuta a livelli bassi e dove vi sono test approfonditi che mostrano tassi di rilevazione molto bassi.

Moderata
nelle aree in cui è in atto una sostanziale trasmissione e dove non sono in atto adeguate misure di allontanamento fisico.

Continua