Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana M. Aleandri

Individuazione dell’Osservatorio Epidemiologico in Sanità Pubblica Veterinaria della Regione Toscana

La Regione Toscana (delibera N. 926 del 20 luglio 2020) ha individuato presso la Sede di Siena dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana l’Osservatorio Epidemiologico in Sanità Pubblica Veterinaria della Regione Toscana.

L’atto rappresenta la formalizzazione di una realtà operativa da circa 14 anni, nei quali il Dott. Massimo Mari, dirigente veterinario, e i suoi colleghi e collaboratori hanno supportato le attività di programmazione e rendicontazione della Regione Toscana e delle ASL nelle aree della sanità animale e della sicurezza alimentare, svolto attività formativa e collaborato all’impostazione e realizzazione di progetti di ricerca.

L’impegno è stato sostenuto anche dalla costante collaborazione e integrazione con l’Osservatorio Epidemiologico della Regione Lazio dell’IZSLT, con il quale continuerà ad operare in sinergia.

 

Le funzioni dell’Osservatorio si concentrano nelle seguenti attività:

– collaborazione e supporto nella predisposizione , monitoraggio, rendicontazione e trasmissione di dati aggregati e di dettaglio alle Autorità Competenti di livello superiore (Regione, Ministero, EFSA, EU) in adempimento ai debiti informativi stabiliti dalle norme

– collaborazione e supporto epidemiologico nel corso di eventi morbosi

– collaborazione e supporto nella predisposizione di piani di campionamento nella sicurezza alimentare e sanità animale

– sviluppo, gestione e manutenzione di applicativi  e programmi informatici dedicati alla Sanità Pubblica Veterinaria

– supporto alla programmazione ed esecuzione di attività formative in materia di Sanità Pubblica Veterinaria

– integrazione con l’Officina Farmaceutica dell’Istituto

L’istituzione dell’Osservatorio consente così di rafforzare il ruolo dell’Istituto come riferimento costante per la Regione su tutto ciò che concerne la valutazione e programmazione delle attività nel campo della Sanità Pubblica Veterinaria, consolidando il rapporto con il territorio e i portatori d’interesse.



Whatsapp Share