Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana M. Aleandri

One health Medicina Forense Veterinaria

La Medicina Forense Veterinaria fornisce il supporto tecnico scientifico agli organi di Polizia Giudiziaria e alla Magistratura nelle indagini sui reati commessi contro gli animali.

I compiti del Centro di Referenza

Il Centro è stato istituito, presso la sede di Grosseto dell’istituto con il D.M. del 18 giugno 2009, pubblicato nella G.U. n. 225 del 28 settembre 2009.

Le principali attività riguardano in via prioritaria:

 lo sviluppo e la standardizzazione di tecniche di laboratorio e di tossicologia forense per:

 

1)  il rilevamento delle sostanze tossiche utilizzate a scopo doloso;
2)  la determinazione delle cause di morte per dolo a carico di specie selvatiche, o domestiche
3)  le analisi comparative di campioni di tessuti freschi o congelati, di sangue, peli o altro materiale organico appartenente a specie selvatiche protette o di interesse venatorio, mediante tecniche di biologia molecolare, per la repressione del bracconaggio;
4)  l’identificazione individuale (DNA typing), l’attribuzione della paternità, l’identificazione del sesso, il riconoscimento degli ibridi intraspecifici mediante tecniche di genetica forense

5) l’organizzazione di corsi di formazione per il personale del Servizio Sanitario Nazionale e degli organi di polizia a livello territoriale per la standardizzazione dei rilievi di campo relativi ad indagini medico legali riguardanti l’uccisione di animali domestici e selvatici;

6) comunicazione e divulgazione.

Il tema: gli avvelenamenti

Il fenomeno degli avvelenamenti dolosi degli animali è costantemente aumentato, interessando principalmente gli animali domestici d’affezione.

L’Istituto  svolge diverse azioni per la gestione dei casi di sospetto avvelenamento relativamente ai territori di sua competenza:

  • esegue le autopsie degli animali morti per sospetto avvelenamento;
  • effettua esami ispettivi sulle esche e reperti ambientali
  • conferma o esclude, presso il laboratorio chimico della Sede di Firenze, tramite analisi chimiche la presenza di sostanze tossiche in  sospette  esche avvelenate e/o in materiali biologici di animali
  •  fornisce supporto tecnico scientifico alle indagini delle autorità di Polizia Giudiziaria della Magistratura

Il Sistema prevede la completa gestione informatizzata dei casi di avvelenamento a partire dalla denuncia del sospetto sino alla diagnosi definitiva; l’invio dei documenti previsti dalla normativa in vigore avviene cosi ‘attraverso il  portale interattivo dedicato:

 

 

 

Torna a: L’Istituto Zooprofilattico e il Modello ONE HEALTH