Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana M. Aleandri

Influenza aviaria, emanato il Piano nazionale 2021

La Direzione Generale della sanità animale e dei farmaci veterinari del Ministero della Salute ha emanato il Piano di Sorveglianza per il 2021.

Viene ribadito quanto già comunicato  nel Piano 2020 in merito al corretto utilizzo delle prove diagnostiche nello screening iniziale per la Ricerca di anticorpi per Influenza A (ELISA) e all’impiego della prova di inibizione dell’emoagglutinazione (HI) solamente sui campioni positivi, per individuare i sottotipi H5 e H7.

 

Sulla base di una serie di fattori che vanno dall’analisi della situazione epidemiologica, dati della popolazione avicola presenti in BDN, fattori di rischio presenti nelle DPPAs (Densely Populated Poultry Areas, DPPAs), sono state identificate province ad alto rischio nelle regioni Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte e Veneto, in cui attuare un monitoraggio con frequenza elevata, e province a medio rischio nelle regioni Friuli Venezia-Giulia, Lazio – provincia di Viterbo, Umbria e Veneto, da sottoporre a monitoraggio con frequenza meno elevata.

 

La restante parte del territorio nazionale è stata classificata a basso rischio e le attività di sorveglianza saranno basate sulla notifica di casi sospetti di influenza aviaria (sorveglianza passiva) e sulla sorveglianza attiva negli allevamenti rurali (svezzatori) come definito dalla legislazione nazionale vigente
Il Piano dovrà essere portato a termine entro e non oltre il 31 dicembre 2021.

 



Whatsapp Share