Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana M. Aleandri
Zoonosi

Baylisascaris procyonis: prima segnalazione in Italia in procioni nel Casentino (Arezzo)

Baylisascaris procyonis è un nematode endemico del Nordamerica e sporadicamente segnalato in altri Paesi. In Italia è stato segnalato per la prima volta nel 2021 in cinque procioni abbattuti nel territorio del Casentino (AR). L'infestazione è tipica del procione (ospite definitivo) e occasionalmente di altri carnivori, tra cui il cane, nei quali decorre in modo asintomatico con lo sviluppo di nematodi adulti nell’intestino tenue (20-22 cm le femmine e 9-11 cm... Leggi tutto »

OIE – WAHIS: nuovo sistema informativo sulla sanità degli animali a livello mondiale

Foto C. Roncoroni

  In un momento in cui il mondo sta affrontando una pandemia senza precedenti, l'importanza della sorveglianza delle malattie degli animali è diventata cruciale. Per supportare i paesi che mantengono la trasparenza globale e la segnalazione di eventi  di salute pubblica e animale, l'Organizzazione mondiale per la salute animale (OIE) lancia il rinnovato World Animal Health Information System (OIE-WAHIS).   Si tratta di un database unico attraverso il quale vengono riportate e diffuse in... Leggi tutto »

Differenti presentazioni dell’infezione da Dirofilaria repens nel cane

Ricercatori dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana in collaborazione con la ASL Roma 3 ed il Dipartimento di Sanità Pubblica e Malattie Infettive dell’Università La Sapienza di Roma, hanno recentemente descritto due differenti presentazioni dell’infezione da Dirofilaria repens in cani fratelli di razza Pastore maremmano. L’articolo è stato pubblicato sulla rivista “Parasitology Research”.   Nel primo cane è stata rilevata, in sede di castrazione, una femmina adulta di D. repens a... Leggi tutto »

SENLAT/TIBOLA/DEBONEL: nomi diversi, una stessa zoonosi emergente

    Ricercatori dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana e dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Meyer di Firenze hanno recentemente descritto un caso di SENLAT (Scalp Eschar and Neck Lymph Adenopathy After a Tick Bite - Escara del cuoio capelluto e linfoadenopatia del collo in seguito alla puntura di zecca) in una bambina di 6 anni. Il patogeno identificato è stato Rickettsia slovaca. Il caso è in corso di pubblicazione.   Di che cosa... Leggi tutto »