Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana M. Aleandri

Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana M. Aleandri

Sede di Viterbo

sede di Viterbo

resp_vt

  • Dott. Luigi De Grossi
  • Strada Terme – 01100 Viterbo
  • Lun – Ven: 8:00-13:00;
    Mar – Gio: 8:00-13:00 / 14:00-16:00;
    Sab: 8:00-12:00;
  • +39 0761 250147
  • +39 0761 251794

La Sede di Viterbo è stata istituita nel febbraio del 1952. Le principali analisi che all’inizio venivano effettuate riguardavano esami sierologici per la profilassi nei confronti della Brucellosi, Tubercolosi, Tricomoniasi e Pullurosi. Venivano inoltre effettuati esami batteriologici delle carni e del latte oltre ad esami parassitologici delle feci ed esami sulle malattie infettive ed infestive degli animali. Si producevano e distribuivano vaccini e insieme ai veterinari delle “condotte” si effettuavano frequenti sopralluoghi.

Gradualmente il lavoro è andato aumentando secondo le esigenze del territorio e ciò ha comportato la necessità di reperire altri spazi. Nel 1981 è stata inaugurata la nuova sede. Un’ala venne lasciata allo stato rustico perché doveva servire come foresteria. Lo stabile è rimasto così fino al 1998 quando fu completata la ristrutturazione degli interni e la foresteria fu trasformata in laboratori. I laboratori sono costituiti da: Microbiologia e controllo degli alimenti, Sierodiagnostica, Diagnostica generale e anatomopatologica, comprendente ora anche un laboratorio di biologia molecolare e un laboratorio per il latte.

L’importanza della Sede è aumentata sempre più e oggi, accanto ai compiti e alle attività tradizionali di prevenzione e controllo delle malattie infettive ed infestive degli animali domestici, altre se ne sono aggiunte volte a garantire la salute umana e la sicurezza alimentare.

La realtà zootecnica su cui opera la Sede è importante ed è caratterizzata da un patrimonio ovino di circa 400.000 capi, bovino di 35.000 di cui circa 18.000 da latte. E’ presente anche l’allevamento avicunicolo e suinicolo nonché quello del cavallo. Nel campo bovino, si distinguono in campo internazionale alcuni allevamenti di razza frisona, selezionati sul territorio. Inoltre, sussistono diversi allevamenti dello struzzo ed è stato avviato l’allevamento del bufalo. Ben presente è anche l’industria di trasformazione alimentare e l’industria di lavorazione delle carni.