Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana M. Aleandri

Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana M. Aleandri

Il campionamento

Il campionamento è un procedimento per cui da una totalità di elementi viene prelevato ed esaminato un numero rappresentativo della popolazione, in modo che i risultati analitici siano generalizzabili ed affidabili. Un campione prelevato al di fuori delle procedure previste è considerato non idoneo.Le principali norme che regolamentano  il campionamento degli alimenti destinati all’uomo e agli animali sono le seguenti:

 

Raccomandazione 787 2004 (CE) relativa agli orientamenti tecnici sui metodi di campionamento e di rilevazione degli organismi geneticamente modificati

Reg CE N.401 2006 23 febbraio 2006 relativo ai metodi di campionamento e di analisi per il controllo ufficiale dei tenori di micotossine nei prodotti alimentari

Regolamento (UE) N.178 2010 che modifica il Regolamento 401 2006 per quanto concerne le arachidi,gli altri semi oleosi, la frutta a guscio, le mandorle di albicocche, la liquirizia e l’olio vegetale

Regolamento 691 2013 (UE) che modifica regolamento (CE) n. 152 2009 per quanto riguarda i metodi di campionamento e di analisi

 

campione globale               campione globale                 campione globale                    campione globale                 campione globale

 


 

chat-128      Presentazione Dott. Ubaldi nell’ambito del Corso IZSLT  “Dal cliente al laboratorio :aggiornamenti legati all’attività di accettazione dei campioni  : Campionamento e verbale di prelievo PNAA 2015: la corretta conformita del campionamento dei mangimi

 

    VIDEO:  Procedure di Campionamento per il controllo ufficiale degli alimenti di origine non animale-a cura del Ministero della Salute, dell’ISS e dell’IZSLT