Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana M. Aleandri

Apicoltura. Progetto europeo BPRACTICES: meeting a Roma presso l’IZS Lazio e Toscana

Il 13 e 14 marzo si è tenuto presso la sede di Roma dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana (IZSLT) un meeting relativo al progetto di ricerca europeo BPRACTICES,  inerente il programma ERA-Net SusAn (European Research Area NETwork on Sustainable Animal Production).

Il progetto, coordinato dall’Unità Operativa di Apicoltura dell’IZSLT, ha l’obiettivo di sviluppare una gestione sostenibile degli alveari mediante l’integrazione di pratiche gestionali (Buone Pratiche Apistiche) finalizzate a prevenire le malattie delle api mediante la loro diagnosi pre-clinica (prima della manifestazione della malattia).

La nuova visione dell’allevamento apistico beneficerà anche di un innovativo sistema di tracciabilità, che sarà sviluppato e testato all’interno del progetto in grado di coinvolgere tutti i settori della filiera apistica, dal produttore al consumatore.

Il progetto è portato avanti da un consorzio costituito da diversi Istituti di Ricerca Europei, Università, laboratori di riferimento (incluso il Laboratorio Europeo di Riferimento per l’Apicoltura – EURL presso ANSES), Centro di Referenza Nazionale per l’Apicoltura dell’IZS delle Venezie , piattaforma TECA-FAO e diverse associazioni internazionali di apicoltori.

Scopo del meeting è stato quello di organizzare le attività di laboratorio e le prove di campo contemplate nel progetto, che si realizzeranno dal 2018 al 2020, e le attività di disseminazione dei risultati, che verranno seguite dall’IZS delle Venezie, da APIMONDIA  e dalla piattaforma TECA della FAO.

Partecipanti alla FAO

Il 13 marzo l’incontro si è svolto nella sede di Roma dell’IZSLT, mentre il  14 marzo i partner sono stati ospitati dai gestori della piattaforma TECA presso la FAO,  dove hanno avuto l’opportunità di discutere le modalità di diffusione del progetto.

Le due giornate sono state molto produttive ed i partner hanno avuto modo di discutere insieme le ambiziose attività che si pone il progetto a vantaggio della crescita dell’intero settore apistico a livello internazionale.

 



Whatsapp Share