Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana M. Aleandri
biodiversità

Corso di perfezionamento in “Gestione igienico sanitaria degli apiari a salvaguardia dell’ambiente e della biodiversità”; marzo – ottobre 2022

Organizzazione: Dipartimento di Medicina Veterinaria Produzioni Animali e CeRVEnE;
Periodo: marzo-luglio 2022;
Numero di posti: 40;
Quota di iscrizione: 800 euro (divisibili in 2 rate).

Per informazioni:
manuela.martano@unina.it, paola.maiolino@unina.it
https://www.facebook.com/Corso di Perfezionamento in Gestione igienico sanitaria degli apiari.

Aperte le iscrizioni secondo le modalità illustrate nel bando
http://www.unina.it/ it/–/18435974 pe_mvpa_gestione_apiari_2021 22 sul.

Termine di iscrizione: 1 MARZO 2022.

In fase di accreditamento ECM.

Locandina.
Programma

Monitoraggio genetico della popolazione di Lupo nel Parco Regionale dei Castelli Romani

E’ in corso il progetto “Analisi molecolari genetiche su campioni biologici finalizzate al monitoraggio genetico della popolazione di Lupo nel Parco Regionale dei Castelli Romani”, frutto di una convenzione stipulata tra l’IZS Lazio e Toscana e l’Ente Parco Regionale dei Castelli Romani lo scorso settembre.

La presenza del lupo ai Castelli Romani è ormai accertata e costituisce un segnale positivo per l’ecosistema.

Il progetto prevede che Il laboratorio di Genetica Forense di Rieti dell’IZS Lazio e Toscana effettuerà accertamenti diagnostici su campioni biologici (peli, feci, saliva da morsi su fauna selvatica o domestica predata) appartenenti in via ipotetica a esemplari di Canis lupus provenienti dal Parco Regionale dei Castelli Romani.

I campioni saranno analizzati allo scopo di identificarne, attraverso metodi di genetica molecolare, l’appartenenza alla popolazione di lupo appenninico o di cane domestico e di individuarne gli eventuali ibridi caratterizzandone la specie e il genotipo individuale.

Il Laboratorio di Genetica di Rieti, diretto dalla Dott.ssa Rita Lorenzini, ha una consolidata e riconosciuta esperienza e competenza in progetti che riguardano la salvaguardia della biodiversità della fauna selvatica e della tutela della fauna domestica e opera anche nell’ambito del Centro di Referenza Nazionale per la Medicina Forense Veterinaria.