Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana M. Aleandri

World Bee Day: le infografiche sviluppate da FAO in collaborazione con Apimondia ed IZSLT

Il  World Bee Day  è  la giornata mondiale dell’ape che viene celebrata in tutto il mondo il 20 maggio.
L’istituzione di una giornata mondiale che celebrasse l’ape fu proposta nel 2017  alle Nazioni Unite dalla Repubblica Slovena, con il sostegno di Apimondia (Federazione internazionale delle associazioni di apicoltori),   per ricordare al mondo intero il ruolo essenziale svolto dalle api e dagli altri impollinatori per il settore agro-zootecnico e per l’ecosistema in generale.

Durante l’evento, che si è svolto a Roma presso la sede centrale della FAO, sono state presentate ufficialmente due infografiche sviluppate da FAO in collaborazione con Apimondia ed IZSLT: una dedicata agli impollinatori, ed una al miele.

Tali documenti, ricordano come esistano al mondo più di 20.000 specie di api selvatiche e molti altri insetti o vertebrati che garantiscono l’impollinazione delle piante. Il 40% degli insetti impollinatori è, comunque, a rischio di estinzione. Le api mellifere rivestono un ruolo essenziale nell’impollinazione delle piante entomofile. Le statistiche FAOSTAT evidenziano nell’ultima decade un trend in continua crescita del patrimonio mondiale di alveari ed è il continente asiatico quello che ha registrato il maggiore incremento numerico (arrivando a possedere da solo più della metà degli alveari). Non a caso, è proprio l’Asia il più grande produttore mondiale di miele, così come descritto nella rispettiva infografica.

Il consumo di miele a livello mondiale è molto variabile e attesta la Slovenia, la Repubblica Centrafricana e l’Ucraina tra i principali paesi consumatori. L’Italia, sebbene registri un consumo pro-capite non elevato, è rinomata per la grande varietà di mieli monoflora (ve ne sono più di 300 nel mondo), che rispecchiano ciascuno specifiche caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche.

 



Whatsapp Share