Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana M. Aleandri
corso

4 IBF Training course on buffalo management and industry (7-17 maggio)

Organizzato dall’International Buffalo Federation, di cui il Prof. Antonio Borghese è il segretario generale, , l’iniziativa è arrivata alla sua quarta edizione.

I lavori si apriranno il 7 maggio  presso il  CREA (Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l’analisi dell’economia agraria)  di Monterotondo, per poi proseguire in altre sedi, come l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana, l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno, l’Associazione Italiana Allevatori (AIA), l’ ISPAAM (Istituto per il Sistema Produzione Animale in Ambiente Mediterraneo), alcune aziende zootecniche e un centro tori.

Saranno trattati tutti gli aspetti dell’allevamento della specie bufalina, tra cui la genetica, la sanità, l’ambito zootecnico-produttivo, la riproduzione e l’economia.

I numerosi relatori provengono da diverse realtà, tra cui l’ Università, gli  Istituti Zooprofilattici, l’ISPAAM, il CREA e l’ AIA.

Il 9 maggio il corso si terrà presso l’IZS Lazio e Toscana, dove  esperti dell’Istituto tratteranno  aspetti relativi alle malattie infettive del bufalo, con particolare riferimento alla brucellosi  e al latte e derivati.

Programma.

 

Corso di formazione per l’abilitazione al prelievo del latte crudo di massa

16 maggio 2018
IZS Lazio e Toscana – Sezione di Latina;
S.P. Congiunte Destre, snc – Località Chiesuola
Programma

Destinatari: allevatori, tecnici, operatori di associazioni di categoria che si occupano di produzione, raccolta, trasformazione e controllo del latte.

Finalità:

Formare e abilitare, ai sensi della Determinazione 16 novembre 2016 n. G13508 Regione Lazio – Allegato A, parte I, tutti gli operatori del settore al prelievo di latte crudo di massa in allevamento per la verifica dei parametri qualitativi e dei requisiti igienico-sanitari.

 

 

Gestione di un focolaio di Afta Epizotica e norme di Biosicurezza – Firenze 3, 4 maggio

Il 3 e 4 maggio presso la sezione di Firenze dell’IZS Lazio e Toscana si terrà un’altra delle numerose edizioni del Corso ECM “Gestione di un focolaio di Afta Epizotica e norme di Biosicurezza”, organizzate dall’IZS Lombardia e Emilia Romagna (IZSLER) e dal Ministero della Salute nelle diverse regioni italiane a partire dal 2017.

L’edizione di Firenze vede la collaborazione dell’IZS Lazio e Toscana (IZSLT) e della Regione Toscana ed è indirizzata a veterinari e biologi delle ASL della Toscana e dell’IZSLT.
I docenti e gli esercitatori sono professionisti dell’IZSLT, delle ASL della Toscana e del Ministero della Salute

I partecipanti acquisiranno le conoscenze per una corretta gestione di focolai di Afta Epizootica secondo la Direttiva 2003/85/CE, attuata con D.Lgs 18 Settembre 2006 n. 274 e saranno in grado di:
gestire i casi sospetti e implementare adeguate misure preventive o di controllo in caso di 
conferma;
– gestire i focolai, l’unità di crisi e il reporting tempestivo all’ Autorità Centrale.

 

L’evento rientra in un progetto formativo dell’ EUFMED (The European Commission for the control of Foot-and-Mouth disease), del  Ministero della Salute (Direzione Generale Sanità animale e farmaci veterinari) e dell’ IZSLER (sede del Centro di Referenza Nazionale per le Malattie Vescicolari) del tipo ‘formazione a cascata’

Lo scopo è che i ‘formati’ da EuFMD agiscano da ‘formatori’ a livello nazionale, regionale e quindi locale, in modo da trasferire la conoscenza e le capacità acquisite