Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana M. Aleandri
Classyform

Classyfarm: categorizzazione degli allevamenti in base al rischio

Si tratta di un sistema integrato finalizzato alla categorizzazione degli allevamenti in base al rischio, frutto di un progetto finanziato dal Ministero della Salute e realizzato dall’IZS Lombardia ed Emilia Romagna, con la collaborazione dell’Università di Parma.

ClassyFarm consente di raccogliere ed elaborare i dati provenienti dall’attività di controllo ufficiale e dall’autocontrollo aziendale, relativi a sei aree strategiche per la valutazione del rischio: biosicurezza, benessere animale, parametri sanitari e produttivi, alimentazione animale, consumo di farmaci e lesioni rilevate al macello.

Tutti i dati resi disponibili sono convertiti, attraverso coefficienti validati, in un indicatore numerico che misura il livello di rischio dell’allevamento.

Viene utilizzata a questo scopo una piattaforma con diversi applicativi.

ClassyFarm è lo strumento attraverso cui il Ministero della salute darà attuazione al DM 7 dicembre 2017 che regolamenta la partecipazione volontaria degli allevatori al sistema di epidemiosorveglianza avvalendosi della figura del veterinario aziendale.

Si tratta di un sistema efficace per rafforzare la prevenzione delle malattie animali, combattere l’antibioticoresistenza, rendere più efficiente il controllo da parte dell’Autorità competente, migliorare la collaborazione tra gli allevatori e il sistema pubblico anche tramite il veterinario aziendale, a favore della sicurezza e qualità dei prodotti della  filiera agroalimentare.

Al fine dell’applicazione del sistema il Ministero della salute, in collaborazione con l’istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell’Emilia Romagna, ha avviato un percorso formativo a cascata che ha coinvolto i veterinari pubblici per poi estendersi ai veterinari aziendali.

Approfondimenti:

Ministero Salute

Decreto 7 dicembre 2017 “Sistema di reti di epidemio-sorveglianza, compiti, responsabilità e requisiti professionali del veterinario aziendale”