Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana M. Aleandri
Carbonchio ematico

Mappa tematica interattiva dei focolai di carbonchio ematico in Provincia di Roma dal 1952 ad oggi

Disponibile la mappa tematica interattiva dei focolai di carbonchio ematico in Provincia di Roma dal 1952 ad oggi, che consente di evidenziare gli episodi verificatisi  in provincia di Roma dal 1952 ad oggi, con indicazione della specie colpita, del decennio e della longitudine e latitudine della località interessata.

La Provincia di Roma è territorio endemico per questa infezione. Lo strumento interattivo della mappa è soprattutto utile nella stagione estiva, che può essere favorevole all’insorgenza di nuovi focolai.

Il carbonchio ematico è una malattia infettiva contagiosa che colpisce principalmente gli erbivori, ma che può interessare anche altri mammiferi, compreso l’uomo, ed alcune specie aviarie/rettili, manifestandosi con forme cliniche differenti. La mortalità può essere molto elevata, soprattutto negli  erbivori,  nei quali la malattia, in genere presenta un decorso setticemico acuto o iperacuto.
L’agente eziologico è il Bacillus anthracis, batterio bastoncellare  Gram–positivo capsulato, non mobile, sporigeno, aerobio. La malattia ha una distribuzione mondiale ed è una importante zoonosi (malattie trasmesse dall’animale all’uomo).

Negli erbivori, l’infezione si instaura solitamente attraverso l’ingestione (es. al pascolo) delle spore di B. anthracis, che sono estremamente resistenti nell’ambiente e possono mantenersi vitali nei suoli per tempi molto lunghi (anche decenni).

Continua.

Le attività dell’Istituto e presso Centro di Riferimento bi-regionale Agenti Zoonosici Speciali.