Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana M. Aleandri

Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana M. Aleandri

QUALITA’



Dott.ssa Guzzo

  • Responsabile: Dott.ssa Silvana Guzzo
  • Tel. +39 06 79099316

L’Istituto ha adottato  un sistema di gestione per la qualità messo in atto secondo la norma internazionale UNI CEI EN ISO/IEC 17025. Dal 1998 è accreditato Accredia (ex Sinal), ente terzo dotato di mutuo riconoscimento internazionale. L’accreditamento dell’Istituto è il riconoscimento formale (accreditamento n° 201 ) di  Accredia  per la  competenza ad eseguire specifiche prove.

 

AREE DI COMPETENZA E ATTIVITA’

  • Coordinamento delle attività dell’Istituto relative alla Qualità in accordo con le norme volontarie ed altri sistemi di certificazione (es. ISO/IEC 17025, ISO 9001), implementando modalità operative improntate alla semplificazione dei processi.
  • Coordinamento della redazione dei piani di miglioramento continuo delle attività dell’Istituto, sulla base degli esiti delle visite ispettive e di sorveglianza e sulla base dei reclami dell’utenza ed il grado rilevato di soddisfazione del cliente/utente.
  • Indirizzo e Coordinamento delle articolazioni organizzative dell’Istituto relativamente alle attività riguardanti la stesura e l’applicazione del Manuale della Qualità aziendale.
  • Pianificazione ed esecuzione delle verifiche ispettive interne per la valutazione dello stato di applicazione del Sistema Qualità.
  • Gestione della documentazione e coordinamento della stesura e la redazione dei documenti del Sistema Qualità.
  • Gestione dei rapporti con l’Ente accreditante e con altri Enti deputati al controllo del Sistema Qualità.
  • Attività di promozione e coordinamento dei gruppi di lavoro specifici, valutandone lo sviluppo ed i risultati
  • Attività finalizzate alla promozione di percorsi di accreditamento e di certificazione delle articolazioni organizzative aziendali.
  • Pianificazione, coordinamento ed esecuzione della taratura delle apparecchiature presso il centro metrologico.
  • Coordinamento e formazione dei verificatori interni, degli addetti alla taratura ed dei referenti della qualità.
  • Programmazione, realizzazione e elaborazione dei risultati dei piani di validazione delle procedure operative e la partecipazione a studi di intercalibrazione interni e/o esterni;
  • Sviluppo del sistema integrato Sicurezza-Qualità in collaborazione con l’Ufficio Prevenzione e Sicurezza sui Luoghi di Lavoro.
  • Organizzazione e gestione della biosicurezza in collaborazione con le strutture aziendali e l’Ufficio Prevenzione e Sicurezza sui Luoghi di Lavoro.
  • Formulazione delle proposte di deliberazione al Direttore Generale, necessarie ed essenziali per l’ordinata gestione della struttura ed il raggiungimento degli obiettivi gestionali assegnati motivandone l’opportunità e legittimità.
  • Attestazione di regolare esecuzione/verifica di conformità, dei beni acquisiti specificatamente per la struttura di pertinenza e dei servizi erogati alla stessa, finalizzata alla liquidazione della relativa fattura.
  • Assunzione delle determinazioni dirigenziali nelle materie oggetto di delega da parte del Direttore Generale per le finalità sopra richiamate.
  • Custodia dei beni mobili e delle attrezzature assegnate alla struttura di competenza.
  • Elaborazione delle proposte per la definizione delle attività formative e di aggiornamento del personale della struttura.
  • Partecipazione allo sviluppo del Sistema Qualità.
  • Garanzia dell’osservanza nella struttura di pertinenza della normativa relativa alla sicurezza nei luoghi di lavoro, prevista dal piano aziendale di valutazione dei rischi, ai sensi del D.lgs. 81/2008 e successive modificazioni ed integrazioni.
  • Garanzia del rispetto di quanto negoziato e della tempistica nella compilazione delle schede relative al ciclo della performance e della valutazione individuale.
  • Garanzia che la documentazione a supporto del grado di raggiungimento degli obiettivi venga mantenuta agli atti presso la struttura, qualora non desumibile dai sistemi informativi aziendali e comunque a disposizione della Direzione Aziendali e dei competenti organismi di controllo.
  • Garanzia del rispetto degli obblighi derivanti dal D.lgs. 97/2016 “Revisione e semplificazione delle disposizioni in materia di prevenzione della corruzione, pubblicità e trasparenza, correttivo della legge 6 novembre 2012, n. 190 e del D.lgs. 14 marzo 2013, n. 33, ai sensi dell’art. 7 della legge 7 agosto 2015, n. 124, in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche”; in collaborazione con il responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza (RPCT).
  • Espletamento degli adempimenti per quanto di competenza, ai sensi della legge 241/90 e s.m.i. e dal regolamento aziendale di attuazione in materia di assunzione della responsabilità dei procedimenti di competenza della struttura e di attuazione delle procedure finalizzate a garantire il diritto di accesso agli atti e alla documentazione amministrativa da parte degli aventi interesse.