Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana M. Aleandri

Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana M. Aleandri

Centri di Referenza Nazionali

Cosa sono

I Centri di Referenza Nazionali (CdRN) sono strumenti operativi localizzati  presso gli Istituti zooprofilattici sperimentali e individuati dal Ministero della Salute  tramite decreti ministeriali.
Rappresentano strutture caratterizzate da elevata e riconosciuta competenza su temi specifici.
Tali centri, punti di eccellenza del sistema sanitario nazionale, si occupano di una serie di attività scientifiche volte ad affrontare tematiche della sanità animale, dell’igiene degli alimenti e dell’igiene zootecnica.

Le principali funzioni

In base all’art.2 del D.M. 4 ottobre 1999, le attività sono finalizzate in prevalenza a:

  • confermare, ove previsto, la diagnosi effettuata da altri laboratori;
  • attuare la standardizzazione delle metodiche di analisi;
  • avviare idonei “ring test” (prove valutative di confronto fra laboratori) tra gli Istituti Zooprofilattici;
  • utilizzare e diffondere i metodi ufficiali di analisi;
  • predisporre piani d’intervento;
  • collaborare con altri centri di referenza comunitari o di paesi terzi;
  • fornire, al Ministero della Salute, assistenza e informazioni specialistiche.

Inoltre i centri di referenza sono impegnati

  • nella produzione, rifornimento detenzione e distribuzione agli altri Istituti zooprofilattici sperimentali o agli altri enti di ricerca  reagenti di referenza come antigeni, anticorpi e antisieri;
  • nella organizzazione di corsi di formazione per il personale degli altri Istituti e fornire agli altri Istituti zooprofilattici sperimentali ed agli altri enti di ricerca le informazioni relative alle novità nel settore specialistico;
  • nella ricerca sperimentale sugli argomenti di competenza.

I centri di referenza nazionali presso l’IZS Lazio e Toscana (IZSLT)