Centro di Referenza Nazionale (CRN) per l’Antibioticoresistenza

Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana M. Aleandri
Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana M. Aleandri

Piano di Monitoraggio Armonizzato AMR

Il Piano di monitoraggio armonizzato sulla resistenza agli antimicrobici (AMR) dei batteri zoonotici e commensali (di seguito Piano AMR) è un piano di monitoraggio della resistenza antimicrobica negli animali da produzione alimentare e negli alimenti (nella fase di produzione primaria e di distribuzione) che si prefigge di ottenere dati sulla prevalenza di resistenze negli agenti batterici oggetto del Piano che siano comparabili tra gli Stati Membri.
La decisione 2013/652/UE sottolinea che la sorveglianza ed il monitoraggio dell’AMR sono essenziali per:
1. valutare e determinare le tendenze e le fonti dell’AMR nei batteri;
2. individuare l’emergenza di nuovi meccanismi dell’AMR;
3. fornire i dati necessari all’analisi dei rischi per la salute pubblica e animale;
4. creare una base per le raccomandazioni politiche in materia di sanità pubblica e animale;
5. fornire informazioni per valutare le pratiche di prescrizione degli antimicrobici e per le raccomandazioni di un utilizzo prudente;
6. valutare e determinare gli effetti delle azioni adottate volte a contrastare l’AMR.
Tale Piano rientra tra le attività avviate dall’Unione europea volte a contrastare le crescenti minacce associate alla resistenza agli antimicrobici, con il piano d’azione quinquennale di lotta alla resistenza antimicrobica (di seguito Action Plan), ripartito in 12 azioni chiave, tra cui “Rafforzare i sistemi di sorveglianza della resistenza antimicrobica e del consumo di antimicrobici in medicina veterinaria” (Azione 10).

Piano di monitoraggio armonizzato sulla resistenza agli antimicrobici di batteri zoonotici e-commensali 2021

Nota modifica punto 4.3 per invio isolati di Salmonella da autocontrollo PNCS

Piano nazionale di controllo delle salmonellosi negli avicoli 2019-2021