Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana "M.Aleandri"

Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana M. Aleandri

Campylobacter Termotolleranti Zoonosici e Salmonella spp.

Il Centro di Riferimento bi-regionale svolge attività continuativa nell’ambito di: 
Diagnostica, sorveglianza e consulenza per le infezioni da Campylobacter zoonosici (C. jejuni, C. coli) e Salmonella spp.

  • Diagnostica ed attività di sorveglianza nei confronti delle infezioni da Campylobacter termotolleranti zoonosici e Salmonella spp. secondo Procedure in accordo con Standards Internazionali (Manual of Diagnostic Tests and Vaccines for Terrestrial Animals http://www.oie.int/standard-setting/terrestrial-manual/access-online/, ISO 10272-1:2017; ISO 6579-1:2017-horizontal method for the detection of Salmonella), perseguendo le operazioni di sorveglianza previste dalle Direttive Comunitarie (Dir. 99/2003 e Reg. 2160/2003).
  • Caratterizzazione molecolare secondo standard internazionali (es. MLST, WGS e analisi bionformatica dei risultati) e valutazione delle basi molecolari della resistenza nei confronti di antibiotici impiegati come prima scelta per il trattamento delle forme invasive in medicina umana.
  • Partecipazione a ring trials per prove colturali o molecolari eventualmente organizzati dal laboratorio Nazionale di Riferimento per Campylobacter (IZSAM), dal WHO collaborating Centre (DTU-FOOD, DK) e dal Centro di referenza nazionale e Laboratorio di referenza OIE per le salmonellosi dell’Istituto Zooprofilattico delle Venezie (IZSVE).

La Struttura complessa D.O. Diagnostica Generale, inoltre, in qualità di CRN-AR e NRL-AR per l’Italia organizza attività di campionamenti e spedizioni, e raccoglie campioni con disegno di studio nazionale ai sensi della Decisione 2013/652/EU, per isolamento e per la caratterizzazione fenotipica e molecolare, inclusa la resistenza agli antibiotici, di isolati di Campylobacter zoonosici (C. jejuni, C. coli) e Salmonella spp. da matrici delle specie broilers, tacchini da carne, suini e bovini sul territorio italiano; raccoglie e analizza isolati da animali e dalle produzioni primarie delle specie zootecniche dalle regioni Lazio e Toscana e anche da altre regioni per la produzione di dati da utilizzarsi nel European Union Summary Report on Zoonoses.

Fornisce inoltre consulenza ad allevatori e veterinari ASL e Aziendali ed ai Servizi Veterinari delle Regioni Lazio e Toscana, sul rischio zoonosico attraverso latte crudo destinato al consumo umano diretto ed in tema diagnostico in merito all’autocontrollo in allevamenti in cui si produce latte crudo alimentare. Analoga consulenza garantita a fattorie didattiche inclusa quella operante presso Fondazione Bioparco di Roma in funzione delle strategie di screening degli animali a contatto con bambini in età scolare e gestione delle positività.