Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana "M.Aleandri"

Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana M. Aleandri

Sorveglianza di agenti biologici potenzialmente utilizzati a fini di bioterrorismo

Il termine “bioterrorismo” viene impiegato per descrivere attività volte ad un utilizzo o un rilascio intenzionale di agenti biologici (virus, batteri o tossine) a danno dell’incolumità pubblica o di singoli individui ed in generale azioni volte a creare panico e isteria collettiva mediante l’utilizzo (vero o presunto) di agenti biologici di particolare impatto per la Salute umana.
Il Centers for Disease Control and Prevention (CDC) statunitense suddividono agenti biologici potenzialmente utilizzabili a scopi bioterroristici in tre categorie (A, B e C), a seconda della capacità di trasmissione e diffusione, della morbilità/mortalità e dell’impatto sulla Salute Pubblica:
https://emergency.cdc.gov/agent/agentlist-category.asp

Il Centro di Riferimento bi-regionale Agenti Zoonosici Speciali, gestiste, in ambito territoriale, le attivitĂ  di diagnosi diretta e di sorveglianza (a livello di produzioni animali, produzioni primarie, animali selvatici) di alcuni agenti biologici (batterici) di Classe di pericolo 3 potenzialmente utilizzabili a fini di bioterrorismo.