Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana "M.Aleandri"

Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana M. Aleandri

L’apicoltura, un settore in continua evoluzione

Introduzione

L’apicoltura rappresenta un’eccellenza nel panorama zootecnico italiano. Le api, alla pari di tutti gli altri animali destinati alla produzione di derrate alimentari, presentano peculiari necessità nell’allevamento, nella gestione e anche in campo sanitario. Pertanto l’apicoltura, sebbene spesso dimenticata da quest’ultimo punto di vista, rappresenta invece uno sbocco professionale di un certo rilievo per il medico veterinario, soprattutto per il veterinario pubblico, sia per quanto concerne i controlli sui prodotti dell’alveare sia sulle malattie denunciabili delle api. Quando nuovi farmaci veterinari per le api saranno registrati e prevedranno la prescrizione medica (ad oggi, purtroppo, per nessun farmaco veterinario per le api è prevista ricettazione) anche un maggior numero di veterinari liberi professionisti saranno maggiormente interessati ad occuparsi della patologia apistica e dell’apicoltura in generale. In ogni caso, anche tale settore necessita di una preparazione scientifica e culturale specifica che il più delle volte bisogna cercare al di fuori del corso di studi classico. Vista l’importanza che l’ape e il miele rivestono,

sia come attivitĂ  produttiva e per l’interesse in campo veterinario, ma anche per le applicazioni pratiche che i prodotti dell’alveare trovano in medicina umana, è stato organizzato a Roma – dall’Istituto zooprofilattico sperimentale del Lazio e della Toscana e da Apimondia, con il patrocinio della Regione Lazio, Regione Toscana, Mipaaf, Associazione italiana apiterapia e CERERE – un simposio internazionale che ha richiamato numerosi relatori di spicco, sia italiani sia esteri, impegnati attivamente nella ricerca. Padrone di casa e membro del comitato scientifico, insieme a Etienne Bruneau e Cristina Mateescu, Giovanni Formato dell’Izslt “M. Aleandri”.

Premi qui per scaricare l’articolo



Whatsapp Share