IZSltinforma

N° 2 / Luglio 2018

Se non leggi correttamente la nostra NewsLetter clicca qui

L'estate è il periodo in cui il numero di intossicazioni e tossinfezioni alimentari aumenta per diversi motivi, tra questi, il rialzo delle temperature che favorisce lo sviluppo di microorganismi, la tendenza a consumare alimenti freschi, anche crudi, il più frequente consumo dei pasti in collettività (aperitivi, cene, feste, pic-nic).

I servizi veterinari e di igiene, alimenti e nutrizione delle ASL, i laboratori degli istituti zooprofilattici e di altri enti pubblici svolgono la loro quotidiana attività di vigilanza e controllo ma è nostra responsabilità di consumatori adottare comportamenti, dall'acquisto alla tavola, per mantenere idonei standard di igiene e sicurezza dei prodotti alimentari.

IN PRIMO PIANO

Contaminazione degli alimenti: come limitare i rischi e prevenire le malattie

Le insidie che si nascondono sulla tavola sono molte: ogni anno nel mondo oltre 3 milioni di persone muoiono per infezioni assunte attraverso il consumo di alimenti e acqua. 
Le fonti di contaminazione degli alimenti sono di natura biologica, chimica e fisica. Tra i contaminanti di natura biologica i microrganismi patogeni possono essere presenti anche senza causare alterazioni evidenti dell’alimento. La loro capacità di provocare malattia dipende da alcuni fattori tra cui:

  • la quantità di germi o tossine presenti nell’alimento
  • lo stato di salute dell’individuo
  • la quantità di cibo contaminato ingerita

Uno stile di vita corretto è indispensabile per garantire un ottimale stato di salute. In particolare un comportamento alimentare adeguato può prevenire eventuali malattie legate al consumo di alimenti, infatti l’adozione di semplici regole non elimina il rischio ma lo riduce sensibilmente.
Il consumatore ha il suo posto centrale nella filiera del cibo, quando è consapevole delle responsabilità della conservazione e manipolazione più idonea degli alimenti.

Fonte: Centro Studi Sicurezza Alimentare IZSLT e Regione Lazio  

 

D'estate il pericolo si nasconde nel piatto:
il decalogo per la corretta conservazione del cibo

A cosa deve stare attento il consumatore? Quali sono gli errori più frequenti?
Le modalità di conservazione se non sono corrette comportano un rischio per il consumatore. Estate, temperature elevate: dal supermercato a casa la qualità igienica potrebbe compromettersi.
Il frigorifero di casa rappresenta l’elettrodomestico che tutela la nostra salute se gestito bene, altrimenti potrebbe essere un veicolo di contaminazione. Non mettere i cibi caldi nel frigo perché si alza la temperatura, non riempirlo troppo perchè non circola correttamente l’aria, non accostare cibo crudo al cibo cotto, per evitare contaminazioni crociate, conservare il cibo sempre coperto o usare dei contenitori. Fare attenzione a come scongelare i cibi, mai a temperatura ambiente, è preferibile in frigorifero o nel forno a microonde con il programma "scongelamento". 

La parola Sotto Lente: LISTERIA

Che cosa è la Listeria?

Listeria monocytogenes è l’agente patogeno responsabile della listeriosi, malattia che colpisce l’uomo e gli animali. Continua a leggere...

Dal 2015 al 15 giugno 2018 in 5 Stati membri dell’Unione europea (Austria, Danimarca, Finlandia, Svezia e Regno Unito) sono stati segnalati 47 casi di listeriosi, di cui 9 ad esito fatale, causati da un nuovo ceppo di Listeria monocytogenes, particolarmente invasivo. Questo particolare ceppo è stato isolato da prodotti surgelati, in particolare da mais, mix di verdure contenenti mais e, raramente, da spinaci e fagiolini. Questi alimenti (usualmente consumati previa cottura) sono talvolta aggiunti, dopo scongelamento, come ingredienti in insalate, frullati o estratti vegetali, rappresentando – qualora contaminati da Listeria monocytogenes - un potenziale rischio per il consumatore. È stato recentemente dimostrato, infatti, che il batterio Listeria monocytogenes può crescere rapidamente durante la fase di scongelamento dei vegetali surgelati, anche quando avviene a temperatura di refrigerazione (+4 °C).

In Italia, al momento non risultano focolai di infezione e i richiami dei lotti di prodotti vegetali surgelati fanno seguito a una segnalazione di allerta europea proveniente dall’Ungheria. Per ridurre il rischio d’infezione, l’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) e il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) nel Technical Report congiunto pubblicato il 2 luglio scorso raccomandano ai consumatori (in particolare quelli a maggior rischio come anziani, donne in gravidanza, neonati e soggetti con basse difese immunitarie) di cuocere accuratamente le verdure surgelate non pronte al consumo. Si consiglia inoltre, di scongelare i vegetali surgelati pronti per il consumo, mediante trattamento termico.

Fonte Epicentro

IN EVIDENZA 

Consumare i prodotti ittici in sicurezza…..crudo e non solo, anche d’estate

Sfiora i 26 chilogrammi annui a persona il consumo di prodotti ittici pro capite in Italia. Lo dicono gli ultimi dati della FAO, che registrano una crescita del 2% tra il 2015 ed il 2016. Il nostro Paese rimane abbondantemente sopra la media mondiale (20,3 kg) e quella europea (UE28) di 22,5 kg, proseguendo una crescita ormai più che triennale dopo la flessione corrispondente agli anni peggiori della crisi.

Il picco del consumo in Italia si verifica da maggio a settembre, con un impennata nei mesi estivi di luglio e agosto.

Quali i principali rischi e le precauzioni da adottare?

sushi

 

L'INTERVISTA

A proposito di pesce… Se il Fresco è Apparente...

Se il tonno appare fresco ci si può fidare? In due risposte lo spiega Bruno Neri, Responsabile della Direzione operativa Chimica dell‘Istituto Zooprofilattico Sperimentale Lazio e Toscana nella sua intervista.

LA NOVITA'

Ricette elettroniche per animali

RICETTE ELETTRONICHE

Dal primo settembre 2018 obbligo di ricetta elettronica anche per i medici veterinari

A seguito dell’approvazione da parte della Camera della Legge 20 novembre 2017 (di prossima uscita il Decreto Ministeriale con allegato Manuale Operativo), la ricetta elettronica diventerà obbligatoria anche per i medicinali veterinari.
Continua a leggere

INFORMAZIONE IN PRATICA

All'estero con il tuo animale 

Prima di intraprendere un viaggio all’estero con il proprio cane o gatto, contattate l’Ufficio Consolare o l’Ambasciata del paese di destinazione per verificare le disposizioni vigenti e consultate i siti “Viaggiare con gli animali” del Ministero della Salute e “ Movement of Pets” della Commissione Europea.
 continua a leggere... 

FORMAZIONE

Avvelenamento degli animali domestici e selvatici nella provincia di Viterbo. 
Save the date:  18 settembre 

Insert alt text here

IZS Lazio e Toscana - sede di Viterbo, Via Strada Terme.

Programma.

  • la normativa in vigore;
  • la diffusione del fenomeno degli avvelenamenti nel Lazio e nella Toscana, con particolare riferimento alla Provincia di Viterbo;
  • le metodiche attuali utilizzate nella tossicologia forense e le nuove utilizzabili in futuro.

Le iscrizioni sono già aperte per l’evento in calendario a settembre

Iscriviti all'evento!

Entra nell'elenco completo di tutti gli eventi !




Altri aggiornamenti

Sono disponibili i contenuti di alcuni degli eventi del 2018: nel portale IZSLT nella sezione Formazione e Biblioteca, alla voce “materiale corsi ed eventi”

http://www.izslt.it/materiali-corsi-2018/

o direttamente qui:

Approccio alla gestione degli incidenti, delle emergenze e delle crisi nel campo delle malattie trasmesse da alimenti
Continua a leggere
Piano di monitoraggio di Aedes albopictus
Continua a leggere
I 30 minuti della conoscenza: la melissopalinologia; PCR e contaminazioni; il poster efficace.
Continua a leggere
L’allevamento avicolo: aspetti normativi e principali patologie non denunciabili a forte impatto economico
Continua a leggere
Veterinari e burneout: insieme con strumenti e strategie
Continua a leggere
Hai ricevuto questa newsletter perchè sei nella mailing list dell'Istituto Zooprofilattico Lazio e Toscana. Puoi esserti iscritto dal nostro sito web ed hai espresso il consenso a ricevere comunicazioni.

NewsLetter Mensile a cura del comitato di Redazione 
Grafica ed adattamento web: Francesco Begini
Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana M. Aleandri

contatti: redazione@izslt.it

via Appia Nuova, 1411 - 00178 Roma | Tel. +39 06790991 | Fax +39 0679340724 
Email : info@izslt.it | Posta certificata : izslt@legalmail.it

Annulla l'iscrizione    |    Guarda online