Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana M. Aleandri

Peste suina africana

La Peste suina africana (PSA) è causata da un virus della famiglia Asfaviridae. Colpisce suini e cinghiali, risultando altamente contagiosa e spesso letale.
La malattia in ogni caso non si trasmette agli esseri umani. La PSA è causa di ingenti perdite economiche nel comparto suinicolo, con gravi ripercussioni anche sul commercio internazionale di animali vivi e dei loro prodotti.

Piano PSA 2021

Dispositivo ministeriale misure PSA 18 gennaio

MINISTERO DELLA SALUTE ORDINANZA 13 gennaio 2022  Misure urgenti per il controllo della diffusione della Peste suina africana a seguito della conferma della presenza del virus nei selvatici. (22A00300) (GU Serie Generale n.10 del 14-01-2022)

DECISIONE DI ESECUZIONE (UE) 2022/28 DELLA COMMISSIONE del 10 gennaio 2022 relativa ad alcune misure di emergenza provvisorie contro la peste suina africana in Italia

MINISTERO DELLA SALUTE  – Commissario Straordinario alla Peste Suina Africana 
ORDINANZA 25 marzo 2022

Legge 7 aprile 2022, n. 29 Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 17 febbraio 2022, n.9, recante misure urgenti per arrestare la diffusione della peste suina africana

BUR-2022-27-1 (Lazio: linee guida regionali per l’applicazione del Piano Regionale di sorveglianza della peste suina africana e della peste suina classica.)

Ordinanza Regione Lazio 

Piano Regionale Interventi Urgenti per la gestione, il controllo e l’eradicazione della peste suina africana nella specie cinghiale (PRIU).

 

Skip to content