Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana M. Aleandri

Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana M. Aleandri

Rinnovato l’accordo tra Ministero della Salute, World Organisation for Animal Health (O.I.E.) e Istituti Zooprofilattici Sperimentali (IIZZSS) 

Firmato a Roma il rinnovo della collaborazione per il programma di ricerca  “Advancing efforts to address challenges related to One health and Food Security”,  tra Ministero della Salute, IIZZSS e l’OIE, avviato nel 2013 in occasione della 81° Sessione Generale della World Organisation for Animal Health (OIE) Office International des Epizooties.
Questo accordo ha la sua rilevanza nella fissazione di standard internazionali che impattano sul funzionamento dei mercati, sul controllo e sulla sicurezza degli scambi per una sempre più controllata gestione della salute in campo veterinario su scala internazionale.

La collaborazione rafforza l’efficienza della rete di competenze dei dieci Istituti Zooprofilattici italiani in materia di sicurezza degli alimenti, sanità e benessere animale e ha la finalità di migliorare la qualità dei Servizi veterinari dei Paesi considerati strategici per l’Italia.

Grazie anche a questo accordo, gli Istituti Zooprofilattici Sperimentali, insieme al Ministero ed all’OIE, potenziano le attività di cooperazione internazionale con diversi Paesi, in particolare con quelli dell’Europa dell’Est e dell’area Mediterranea, zone altamente critiche nella storia epidemiologica italiana.

Un protocollo d’intesa finalizzato a rafforzare il controllo delle malattie del bestiame e la sicurezza alimentare, potenziando le strutture veterinarie di diagnostica e di controllo.

World Organisation for animal health (O.I.E.) 

L’O.I.E. (Office International des Epizooties) o Organizzazione mondiale della sanità animale è un’organizzazione intergovernativa, con sede a Parigi, creata nel 1924 tramite la stipula di un Accordo Internazionale tra 28 paesi tra i quali l’Italia. Nel 2016 risultano membri 180 Paesi. Collabora in cooperazione stretta e continua con altre importanti istituzioni internazionali, fra le quali la F.A.O. e l’O.M.S ed è riconosciuta come organizzazione di riferimento dall’Organizzazione Mondiale del Commercio (W.T.O.) Il fine principale per cui lavora l’OIE è quello di garantire la massima trasparenza circa lo status sanitario degli animali nei paesi membri per la prevenzione della diffusione delle malattie infettive degli animali. Tra i compiti dell’OIE ci sono anche l’emanazione di regole internazionali per il commercio di animali vivi e di prodotti di origine animale, al fine di garantire la sicurezza sanitaria nel commercio mondiale, nonché la raccolta, l’analisi e la diffusione delle informazioni scientifiche. L’Italia fornisce un contributo significativo alle attività dell’OIE mettendo a disposizione, grazie alla rete degli Istituti Zooprofilattici Sperimentali, 3 Centri di Collaborazione e 11 Laboratori di Referenza per diverse malattie animali.