Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana M. Aleandri

Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana M. Aleandri

Controllo e gestione delle emergenze sanitarie e ambientali: firmato protocollo di intesa a Viterbo

Viterbo, 13 luglio 2017: “Interventi in emergenza. Un impegno comune per la salute e la tutela del territorio”.

Nel corso dell’incontro, i rappresentanti delle Istituzioni coinvolte negli interventi in caso di emergenze sanitarie e ambientali nel viterbese, hanno firmato un protocollo di intesa finalizzato al coordinamento delle operazioni in questo tipo di eventi.

Il documento è stato siglato dalla ASL di Viterbo, i Vigili del fuoco, l’ Arpa Lazio, l’Istituto Zooprofilattico sperimentale del Lazio e della Toscana e Ares 118, tutti organismi che hanno maturato esperienze e competenze in caso di emergenze di natura ambientale, come gli incendi, i terremoti, le inondazioni e in ogni occasione di eventi meteorologici estremi.
Presenti anche Alessio D’Amato, responsabile della cabina di regia del Servizio Sanitario Regionale e il Sottosegretario del Ministero dell’Interno, Gianpiero Bocci.

Il protocollo prevede una comunicazione appropriata ed efficace tra gli amministratori locali del Viterbese e tutti gli organi preposti alla tutela della salute e la disponibilità di una banca dati, in quanto essere in possesso delle corrette informazioni è un fattore determinante non solo per l’intervento in caso di emergenze in corso, ma anche per la loro prevenzione.

L’IZS Lazio e Toscana, rappresentato dal Direttore Generale Ugo Della Marta, sin dalla sua nascita ha affrontato situazioni di emergenza di diversa natura, prima soprattutto infettive (es. BSE o “mucca pazza”, Bluetongue, Influenza aviaria), ora anche ambientali (es. inquinamento da beta-esaclorocicloesano nella Valle del Sacco,  incendio dello stabilimento Eco X di Pomezia) e derivate da calamità naturali, come il recente terremoto in Italia centrale.