Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana M. Aleandri

Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana M. Aleandri

Presentato il progetto “Leishmania Center” primo in Italia ad accogliere e curare i cani randagi affetti da leishmaniosi.

La leishmaniosi, una malattia infettiva trasmessa da un insetto vettore che colpisce numerosi cani ogni anno, è una patologia diffusa in tutta Italia, in maniera particolare nel centro sud e nelle isole.

Leishmania Center”, è il progetto realizzato da ALFA – Associazione Love For Animals in collaborazione con il canile “La Fattoria di Tobia” e i medici veterinari che operano nel canile. E’ un centro per cani abbandonati e randagi che ha tra i suoi obiettivi, l’accoglienza, la diagnosi, la cura e in ultimo, l’adozione degli animali affetti da questa grave malattia, supportata sempre   da una corretta informazione sulla leishmaniosi.

Il  Leishmania Center, ad oggi, ha infatti il supporto diagnostico dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale Lazio e Toscana, laboratorio accreditato secondo la norma UNI CEI EN ISO/IEC 17025 e centro diagnostico di eccellenza per la Leishmaniosi.

Abbiamo molto apprezzato l’interesse e l’impegno profuso per una corretta gestione sanitaria della leishmaniosi nei cani randagi custoditi in canile – ha dichiarato la Dott.ssa Gladia Macrì, Responsabile della Direzione operativa Sierologia dell’Istituto Zooprofilattico Lazio e Toscana – l’Istituto impegnato nelle attività di sorveglianza e controllo sanitario, ha ritenuto opportuno sostenere l’iniziativa offrendo il suo contributo in materia di diagnostica di laboratorio per la leishmaniosi, grave patologia trasmessa al cane e all’uomo dalla puntura di un insetto, il flebotomo. ”

Nell’ambito delle attività di tutela del benessere animale e di prevenzione delle zoonosi, l’Istituto ha messo in atto iniziative volte a promuovere la diagnostica per i cani accolti in strutture/associazioni che si occupano del loro recupero, mantenimento e affidamento.

Nella pagina “Animali d’Affezione” sono pubblicati i servizi disponibili per le associazioni e i canili.