Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana M. Aleandri

Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana M. Aleandri

Ballarò: la black list dei prodotti agricoli importati

L’allarme parte dalla Coldiretti che in questi giorni ha pubblicato  una lista di cibi tossici, pericolosi per la salute umana,   elaborata su un’indagine condotta dall’Agenzia europea per la sicurezza alimentare (Efsa). Una “black list”  di prodotti  agricoli   importati in Italia che vengono  trattati con agenti chimici il cui uso è  vietato  dalle normative dell’Unione Europea. Nel video  l’intervista realizzata da  Alessandra Rossi a Katia Russo, dirigente chimico dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e Toscana – sede di Roma. Quotidianamente nei Laboratori Chimici dell’Istituto si analizzano anche alimenti  di origine vegetale provenienti dall’estero e prelevati dagli Uffici di Sanità Marittima, Aerea e di Frontiera (USMAF) del Ministero della Salute nei porti e aeroporti.  Verdura, frutta, frutta esotica e cereali; in particolar modo menta , basilico, peperoncini, ciliegie, papaia, mango e dragon fruit. Su tutti questi prodotti importati principalmente dall’Asia (Cina, Vietnam, India, Bagladesh, Sri-Lanka, Thailandia), dal Nord Africa (Marocco e Tunisia) e dal Sud America (Repubblica Domenicana, Cile, Argentina),  paesi dove l’utilizzo dei pesticidi è smodato e non controllato, i nostri controlli sono molto attenti e rigorosi tali da non permettere l’ingresso nel nostro Paese a quei prodotti che risultano contaminati al di sopra dei limiti consentiti.